298. Il monachesimo come missione del silenzio